mag
8
2012

Facciamo crescere il turismo: seminario i-Tour meeting, San Teodoro, 11 maggio

 ”per questo chiamo te 
da un mondo capovolto”

Manca poco per i-Tour Meeting, per tornare a crescere nel turismo, incontro-seminario che si terrà a San Teodoro venerdì 11 maggio a partire dalle ore 16. Puoi scaricare clicca qui l’invito-programma.

E’ un momento di riflessione, ascolto e confronto rivolto alle organizzazioni e operatori turistici che si stanno preparando per la nuova stagione e che desiderano conoscere le ultime tendenze del turismo, con particolare riguardo alla popolarità sul web della Sardegna e di alcune località della Gallura.

i-Tour Meeting, che il nostro Studio ha organizzato insieme al Consorzio Turistico San Teodoro e all’Assessorato al Turismo del Comune (grazie fin d’ora per la bella collaborazione!)  sarà anche un’occasione per confrontarsi e raccontare dal basso buone pratiche di incoming e per avere alcune istruzioni operative e consigli da mettere subito in pratica.

La partecipazione è libera e gratuita. Vi aspettiamo dunque venerdì 11 maggio alle 16 presso il Teatro Comunale di San Teodoro in Via Sardegna.

Quando conoscenza, ascolto e partecipazione dal basso si incontrano, crediamo possa nascere qualcosa di nuovo, anche oltre le difficoltà che paiono insormontabili.

“chi c’è con me 
chi c’è in ascolto …
non smettere di trasmettere” (C. Baglioni)

6 Comments + Add Comment

  • Grazie per la vostra presentazione.
    Molto interessante, una bella lezione sul metodo.
    So quanto sia gratificante avere dei feedback sulle proprie iniziative, ma vi assicuro che è altrettanto importante esser venuto ad ascoltarvi, e anche se le platee non sempre sono all’altezza dei loro relatori, l’attenzione mostrata dai presenti (anche se molto pochi, ma tant’è le cose gratis non hanno valore) fà ben sperare.
    Quei pochi presenti sono sicuro che si sono portati a casa molti spunti di riflessione.
    Una sola cosa mi ha fatto piacere constatare, finalmente gli operatori iniziano a mostrare un certo interesse all’aggregazione, vedi i primi tre interventi. Certo per adesso solo a parole, ma è già un inizio, speriamo che la crisi non finisca subito.
    E si perchè credo che anche attraverso l’aggregazione tra operatori di una località, si possa arrivare a creare quell’identità del luogo che permette al cliente/turista di sceglierla come destinazione.
    Grazie

    • Caro Gianni, grazie a te e a tutti voi per la partecipazione e anche per i complimenti, che fanno sempre molto piacere! Una platea senz’altro all’altezza (oltre che numerosa!), vista l’attenzione mostrata, la partecipazione al dibattito-confronto e gli stimoli ricevuti. Sì, hai ragione, tutto questo fa ben sperare, e credo che è da qui che si debba partire per avere fiducia nel futuro, nonostante tutto.
      L’aggregarsi e il fare rete diventa fondamentale. S’inizia dalle parole, e dagli intenti di ciascuno, senz’altro. Ma perché i buoni propositi si traducano in concretezza e in risultati occorre darsi una visione chiara e degli obiettivi perseguibili, seguendo una metodologia precisa fondata prima di tutto sull’ascolto. Se su questo volete fare dei passi con noi, noi ci siamo. Grazie ancora per il tuo contributo e per il lavoro del Consorzio e dell’Assessorato. Presto troverai/troverete le slide del seminario sul blog.
      Un caro saluto.

    • concordo Gianni, spero che non succeda come ogni volta dopo un incontro tipo questo, ovvero si parte carichi ed entusiasti si magna e si beve, ma il giorno dopo pare sia una nuvola, nei giorni a seguire ci si disperde senza incontrarsi e attivarsi come dovremmo. Io non mollo …… ps: grazie studio giaccardi a presto :) grazie

  • “Il giorno dopo” ! Hai ragione Orizzonti di Gallura, è li – e in tutti quelli a seguire – che ci si gioca la reale possibilità di raggiungere gli obiettivi. E tanti bei momenti si dissolvono spazzati via dalle difficoltà della vita di tutti i giorni. Però, però…c’è anche chi ce l’ha fatta, esistono casi da emulare: progetti con dietro persone, che hanno avuto le loro speranze e le loro difficoltà, eppure sono riuscite a gestire un percorso.
    Ed è su questo che, secondo me, tutti noi – operatori turistici, professionisti vari e istituzioni – dovremmo puntare con determinazione: imparare a gestire i percorsi, con visioni chiare, obiettivi misurabili e metodologia.
    E’ una grande sfida, che ci coinvolge tutti. Ma è anche l’unico modo per occuparci responsabilmente del nostro presente e preparare il futuro di chi verrà!

  • Salve, vorrei ringraziarvi per gli interessanti spunti che avete condiviso.
    Io mi occupo di services design e in questo momento sto lavorando nell’ambito turistico, quindi ho trovato molto utile il vostro lavoro. Grazie.

    • Grazie Francesco. Speriamo di continuare su questa strada e di rincontrarci anche su questo blog.In bocca al lupo per la tuo professione!

Leave a comment

"Ogni poco mi pareva che dalla scatola magica che avevo aperto, la perduta logica che governa il mondo delle fiabe si fosse scatenata, ritornando a dominare sulla terra"
ITALO CALVINO

Cosa c’è fuori dalla scatola

#fuoridallascatola & .co

Blogroll